Con i grossi granuli sferici e lisci dei fertilizzanti LINZER si può ottenere una distribuzione omogenea dei nutrienti sul terreno.

Si possono commettere errori nella distribuzione del fertilizzante dovuti alla sbagliata regolazione e manutenzione dello spandiconcime, o spesso all’impiego di concimi con una granulometria non adeguata. I nutrienti irregolarmente distribuiti influiscono negativamente sulla resa e la qualità delle colture e complicano la gestione delle colture e la raccolta. Per l'agricoltore pratico, è importante capire i fattori che influenzano la qualità della distribuzione per mettere in pratica misure correttive.

Influenza di una errata distribuzione sulla resa del frumento

L’uniformità di distribuzione del fertilizzante si può misurare con il Coefficiente di Variazione,(CV) ovvero la deviazione dalla media (in %) della quantità di fertilizzante distribuito sulla superficie lavorata.
La distribuzione può dirsi "molto buona", se il CV è inferiore al 10% e come "buona" se è inferiore al 15%. Fino a CV 25% non sono in pratica visibili differenze ad occhio nudo, ma si riscontrano pesantemente nelle rese del frumento (Tabella 1).

Coefficiente di variazione (CV) % Resa q.li/ha Perdite di produzione q.li/ha
0 83,7
10 83,3 - 0,4
20 82,0 - 1,7
30 79,9 - 3,8
50 73,2 - 10,5

Si osservano in campo strisce di colore verde significativamente diverso e, come nel caso di CV del 50%, perdite fino a 10 q.li/ha ovvero il 12-13% della produzione.
Tabella 1: Perdite di produzione di Frumento in relazione all’errore di distribuzione del fertilizzante (28 Prove, BASF Limburgerhof, 1986 – 1998)