Quale forma di azoto scegliere?

I concimi possono contenere azoto sotto diverse forme, che devono essere valutate in funzione delle loro proprietà e del tipo di applicazione.

Il Nitrato Ammonico (AN) ed il Nitrato Ammonico Calcareo (CAN) contengono azoto sotto forma ammoniacale e nitrica. I due fertilizzanti si differenziano unicamente per il contenuto in calcio del CAN, che lo rende più stabile e meno pericoloso dell’AN nello stoccaggio e nella  manipolazione (a differenza di questo infatti non è soggetto ad ADR). L’applicazione del CAN è più sicura e non contribisce all’acidificazione del terreno. La maggiore dimensione e l’uniformità del nostro CAN granulare rispetto ai prills dell’AN permettono una distribizione a spaglio più rapida e precisa.

L’Urea contiene azoto in forma carbammidica o ureica. Il vantaggio è l’elevata concentrazionedi sostanze nutritive (46%). Inoltre l’urea non ha azione corrosiva sulle parti in metallo delle attrezzature.

Lo svantaggio è una maggiore incertezza sull’efficacia: l’azoto ureico, per poter essere assorbito dalle piante, deve essere dapprima trasformato in ammonio dall’enzima ureasi e successivamente in nitrato. La velocità di trasformazione dipende fortemente dall’umidità del terreno e dalla temperatura e può durare molto a lungo in condizioni di bassa umidità o freddo. Durante questa trasfomazione si sviluppa ammoniaca gassosa, che si libera nell’aria e si perde per volatilizzazione. L’interramento dell’urea subito dopo la distribuzione può ridurre queste perdite. Dove questo non è possibile e dove è necessaria un’azione rapida e sicura, il NAC è da preferire.