La concimazione azotata delle colture orticole: i migliori risultati con Solfonitrato Borealis L.A.T ASN 26 N +31SO3

 

Terminati i trapianti delle colture orticole autunnali, occorre preparare le concimazioni di copertura. La giusta concimazione azotata è fondamentale per raggiungere i risultati attesi in termini di quantità e soprattutto qualità dei prodotti.

  

Borealis L.A.T suggerisce di impiegare ASN 26 N +31SO3 in copertura per i seguenti motivi:

 

·        Le forme azotate contenute: le forme di azoto più adatte alla concimazione delle colture orticole sono quella nitrica, a pronto effetto, e quella ammoniacale, più graduale. La forma ureica è da escludere perché poco assimilabile alle temperature autunnali/invernali e facilmente dilavabile.

 

·        La giusta proporzione tra le forme azotate: ASN 26 N +31SO3 contiene azoto nitrico a pronto effetto (7%), utile a dare una spinta alla vegetazione anche a basse temperature, e azoto ammoniacale (19%) che in parte rimane disponibile per essere subito assimilato e in parte viene assorbito dal complesso di scambio del terreno, dal quale, in momenti successivi, torna gradualmente alla soluzione circolante, per essere anch’esso assimilato.

 

·        La presenza contemporanea di azoto nitrico e ammoniacale è la più efficiente per la sintesi degli amminoacidi e per lo sviluppo della pianta rispetto alla somministrazione di concimi interamente ammoniacali (es.solfato ammonico) o ureici e anche rispetto a quelli interamente nitrici (es nitrato di calcio). La crescita è sostenuta nel tempo, non si hanno accumuli di nitrati nelle foglie e nei frutti e allo stesso tempo il concime viene interamente utilizzato. L’assorbimento dell’azoto ammoniacale favorisce l’acidificazione della rizosfera e quindi anche l’assorbimento del fosforo, del ferro e degli altri microelementi.

 

·        Contiene il 32% di Zolfo (SO3) interamente solubile in acqua. Lo zolfo è elemento determinante della qualità organolettica in molte specie, in primis le brassicacee (cavoli, broccoli, cavolfiori, cime di rapa ecc), ma anche di cipolla, aglio, scalogno ecc. Le asportazioni possono anche essere nell’ordine di 70- 80 kg/ha. I terreni sabbiosi tendono ad essere carenti. E’ quindi un elemento fondamentale della concimazione al pari di azoto, fosforo e potassio e contribuisce in maniera significativa alle rese, aumenta la resistenza al gelo, favorisce la formazione di sostanze benefiche per la salute umana (glucosinati). Inoltre la sua applicazione sui terreni alcalini aiuta a ridurre il pH e a favorire l’assimilazione degli altri elementi normalmente poco disponibili (fosforo ecc).

 

·        E’ un prodotto granulare, omogeneo, resistente, che si conserva bene ed è facile da distribuire uniformemente. E’ interamente solubile in acqua e facilmente assimilabile.

 

 

 

Borealis L.A.T ASN 26 N +31SO3

Composizione:

Azoto (N) totale 26% di cui azoto (N) nitrico 7%, azoto (N) ammonicale 19%

Anidride Solforica (SO3) 31%, interamente solubile in acqua

 

Borealis L.A.T ASN 26 N +31SO3

Colture, impieghi e dosi:

 

Frumento/Orzo: inizio accestimento 3-5 q.li/ha + inizio levata 2-4 q.li/ha

Colza: copertura 3-4 q.li/ha

Patata: copertura 4-6 q.li/ha

Spinacio: copertura 4-5 q.li/ha

Cavolfiore/Broccolo: copertura 3-6 q.li/ha

Insalate e orticole da foglia: copertura 2-5 q.li/ha

Frutticole: in post allegagione 2-4 q.li/ha

Agrumi: fine inverno (post raccolta) + inizio primavera + estate (post-allegagione): 4-5 q.li/ha

Olivo: 4-5 q.li/ha: fine inverno + primavera inoltrata