La concimazione autunnale della vite e delle colture arboree

L’assorbimento dei minerali dal terreno da parte delle piante arboree è prevalentemente tardo primaverile, quando è forte lo sviluppo vegetativo. Tuttavia si ha un altro picco di assorbimento in autunno prima della caduta delle foglie, quando sono assimilati nuovi nutrienti che vanno a ricostituire le riserve (soprattutto di azoto) presenti nel legno. Queste riserve saranno mobilizzate alla ripartenza vegetativa e alla nuova fioritura in primavera.

Ecco quindi che si rende opportuno frazionare la concimazione seguendo queste due fasi: una parte in primavera dopo la ripresa vegetativa, a sostenere la produzione e l’ingrossamento dei frutti, e una parte in autunno, con azoto prontamente assimilabile che andrà a preparare la ripresa e la fioritura successive e a reintegrare nel terreno gli elementi che si muovono più lentamente verso gli orizzonti esplorati dalle radici (fosforo e potassio).

Quali concimi utilizzare? Al fine di assecondare efficacemente questi picchi di assorbimento e nutrire la pianta quando ha effettivamente bisogno, si suggerisce di frazionare l’applicazione e utilizzare concimi che siano prontamente solubili e rapidamente assimilabili. I concimi ideali devono contenere azoto in forma nitrica e ammoniacale, presentare fosforo ad alta solubilità in acqua e avere un elevato tenore in potassio, l’elemento maggiormente asportato dai frutti.

Anche l’applicazione di concimi fogliari ad alto tenore di azoto prima della caduta delle foglie contribuisce a incrementare le riserve nel legno che saranno poi mobilizzate la primavera successiva.

Borealis L.A.T suggerisce di utilizzare COMPLEX SOP 12/12/17 2MgO+24SO3+B+Fe+Mn+Zn per la concimazione autunnale. COMPLEX SOP 12/12/17 2MgO+24SO3+B+Fe+Mn+Zn contiene azoto nitrico prontamente disponibile e azoto ammoniacale che si fissa al complesso di scambio del terreno. Il fosforo è ad alta solubilità e facilmente assimilabile. L’elevato tenore in potassio, interamente da solfato, reintegra la dotazione del terreno dalle asportazioni dei frutti.

La formula è altamente solubile e completata dalla presenza di zolfo, magnesio, boro e zinco, per evitare l’insorgere di micro carenze garantendo anche una migliore assimilazione degli altri elementi. La granulometria omogenea, l’assenza di polvere e le grandi dimensioni del granulo permettono una distribuzione al terreno rapida ed uniforme. Anche quando applicato a spaglio COMPLEX SOP 12/12/17 2MgO+24SO3+B+Fe+Mn+Zn di Borealis L.A.T ha una maggiore precisione di distribuzione e da risultati migliori sulla resa della coltura.

 

vigneto-14 1